Sisma Italia Centrale. La Banca a sostegno <br>delle famiglie e imprese colpite
Sospensione rate mutuo.

Sisma Italia Centrale. La Banca a sostegno
delle famiglie e imprese colpite

Ordinanza n. 388/2016 del Capo Dipartimento della Protezione Civile.

Proroga al 31 dicembre 2018 della sospensione del pagamento delle rate dei finanziamenti  concessi ai soggetti interessati dall’evento sismico che ha colpito il territorio delle Regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo il 24 agosto 2016 ed il 30 ottobre 2016, limitatamente alle attività economiche e produttive nonché per i soggetti privati per i mutui relativi alla prima casa di abitazione, inagibile o distrutta.

 

Il D.L. 148/2016, convertito con modificazioni in Legge 172/2017 ( pubblicata nella G.U. del 5.12.2017). ha modificato l’art. 14 del D.L. 244/2016 ( c.d. Milleproroghe ), convertito in Legge 19/2017, che conteneva alcune disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili. In particolare, tra gli interventi previsti, sono riportate “nuove” misure di sospensione del pagamento delle rate dei mutui e dei finanziamenti a seguito degli eventi sismici avvenuti il 2 agosto e 30 ottobre 2016 nel Centro Italia. La durata della sospensione è stata prorogata dal 31.12.2017 al 31.12.2018, prevedendo una più ampia proroga sino al 31.12.2020 per i Mutui relativi ad edifici ubicati nella cosiddetta “zona rossa”, istituita mediante apposita ordinanza sindacale. In conformità alle disposizioni di cui sopra ed al fine di fornire il massimo sostegno ai territori colpiti dagli eccezionali eventi sismici, il Gruppo BancoBpm, conferma l’adozione delle misure precedentemente adottate, di carattere migliorativo rispetto a quanto prescritto dalla normativa, attraverso l’applicazione della sospensione non onerosa dell’intera rata.

La nuova sospensione si applica in continuità con l’intervento precedente, con caratteristica di ”non onerosità”, per il periodo dal 1.1.2018 al 31.12.2018, o fino al 31.12.2020 solamente per i clienti presenti nella cosiddetta “zona rossa”, attuata mediante la postergazione della data di esigibilità delle rate ( capitale e interessi) scadenti tempo per tempo in coda al piano di ammortamento

senza alcun addebito aggiuntivo a carico del cliente. Ai clienti interessati sarà inviata un’apposita comunicazione contenente le informazioni in merito alle modalità di applicazione dell’agevolazione nonché una lettera per comunicare l’eventuale accettazione della sospensione nei termini suddetti. Coloro che intendano usufruire dell’agevolazione dovranno, pertanto, restituire alla Banca la lettera di accettazione debitamente sottoscritta.