TERREMOTO EMILIA ROMAGNA. <BR>BANCO BPM A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE E IMPRESE COLPITE
Sospensione rate mutuo.

TERREMOTO EMILIA ROMAGNA.
BANCO BPM A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE E IMPRESE COLPITE

AVVISO AL PUBBLICO

Proroga dei termini per richiedere la sospensione dei mutui concessi ai soggetti interessati dall’evento sismico che nei giorni 20 e 29 maggio 2012 ha colpito il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Reggio Emilia, Mantova, e Rovigo, nonchè dai successivi eventi alluvionali e avversità atmosferiche che hanno colpito le zone medesime.
L’articolo 14 comma 6-quater del Decreto Legge n.244 del 30 dicembre 2016, convertito con modificazioni dalla legge 27 febbraio 2017 numero 19, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 49 del 28 febbraio 2017, ha prorogato il termine previsto dall’art. 3 comma 2-bis del D.L. 4/2014, pertanto, per i clienti che siano titolari di mutui ipotecari o chirografari relativi a edifici distrutti, inagibili o inabitabili, anche parzialmente, ovvero relativi alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi il termine per la sospensione dei pagamenti viene prorogato al 31 dicembre 2017.
L’art. 3 comma 2-bis del D.L.4/2014 convertito con modificazioni in Legge 50/2014, il cui termine è stato prorogato come suindicato, prevede, tra l’altro, che:

“I soggetti che abbiano residenza o sede legale o operativa in uno dei comuni di cui ai commi 1 e 1-bis del presente articolo, nei comuni di cui all’articolo 1 del decreto-legge 6 giugno 2012, n. 74, convertito, con modificazioni, dalla legge 1º agosto 2012, n. 122, ovvero nei comuni di cui all’articolo 67-septies del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134, e successive modificazioni, che siano titolari di mutui ipotecari o chirografari relativi a edifici distrutti, inagibili o inabitabili, anche parzialmente, ovvero relativi alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, previa presentazione di autocertificazione del danno subito, resa ai sensi del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, ottengono, a domanda, fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile […] una sospensione delle rate dei medesimi mutui in essere con banche o intermediari finanziari, optando tra la sospensione dell’intera rata e quella della sola quota capitale, senza oneri aggiuntivi per il mutuatario.”

In conformità alle disposizioni di cui sopra e al fine di mantenere il massimo sostegno ai territori colpiti dagli eccezionali eventi, la banca accorderà la proroga della sospensione delle rate dei mutui fino al 31 dicembre 2017 ai propri clienti che ne faranno richiesta entro il 29 dicembre 2017, sia privati che imprese con residenza o sede legale o operativa in uno dei comuni colpiti dall’evento sismico nei giorni 20 e 29 maggio 2012.

Si invitano, pertanto, i clienti interessati a recarsi presso la propria Filiale per richiedere tutte le informazioni, fermo restando il fatto che la Banca non applicherà costi o commissioni per l’istruttoria della pratica di sospensione.
Il presente comunicato ha validità per Banco Bpm.